02.11.2017
Il Ministro Lorenzin a Ostia per la chiusura del tour della “Carovana della Prevenzione”
Susan G. Komen Italia e Fondazione Policlinico universitario A. Gemelli protagoniste del progetto itinerante per promuovere la salute femminile sul tema del tumore al seno. A conclusione del mese della prevenzione inaugurata la nuova unità mobile polifunzionale alla presenza del Ministro della Salute

9 regioni italiane, 4 mila chilometri percorsi, 2568 prestazioni cliniche e diagnostiche: al termine del suo primo mese di attività, la “Carovana della Prevenzione”, lo speciale progetto ideato e condotto congiuntamente da  Susan G. Komen Italia e dalla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, ha concluso il mese della prevenzione del tumore al seno con la tappa di Ostia, martedì 31 ottobre, e ha incontrato il Ministro della Salute, On. Beatrice Lorenzin

L’incontro è avvenuto in una speciale “Giornata di Promozione della Salute Femminile”, dove sono stati offerti esami specialistici per la diagnosi precoce dei tumori del seno e ginecologici, organizzati eventi educativi nelle scuole superiori e attività pratiche per il pubblico di promozione della prevenzione, dello sport e dell’attività fisica e della sana alimentazione.

Nel suo incontro con gli operatori della Carovana e le donne di Ostia, il Ministro della Salute ha inaugurato (alla presenza delle Autorità e dei giornalisti) una nuova Unità Mobile di Prevenzione Primaria, che completerà le dotazioni di mezzi mobili della Carovana.

Svolto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità, il progetto si avvale della  collaborazione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, del Dipartimento della Amministrazione Penitenziaria, di istituzioni sanitarie e organizzazioni no-profit delle diverse regioni italiane tra cui, nel Lazio, Casa Scalabrini 634 e del  supporto di partner pubblici e privati,  tra cui la Fondazione Johnson&Johnson ed Enel Cuore Onlus.

La Carovana, con le sue due Unità Mobili di prevenzione dei tumori senologici e ginecologici, partita da Brescia il primo ottobre, ha percorso il territorio nazionale, per offrire gratuitamente prestazioni cliniche e diagnostiche di prevenzione, soprattutto alle categorie di donne più svantaggiate. L’Unità Mobile di Prevenzione Primaria è attrezzata per consentire la valutazione di parametri antropometrici e funzionali e abitudini di vita e offrire consulenze specialistiche e percorsi personalizzati utili a favorire l’adozione di stili di vita più corretti.

Le tre Cliniche Mobili operano con personale sanitario messo a disposizione dalla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, affiancato dai volontari e dallo staff della Komen Italia.

Con la Carovana della Prevenzione – spiega il Prof. Riccardo Masetti, Presidente della Susan G. Komen Italia - vogliamo  ampliare le attività gratuite di promozione della salute che da tanti anni la Komen Italia e la Fondazione Policlinico Universitario  A. Gemelli offrono alle donne in difficoltà o a rischio oncologico aumentato, e portare nuove opportunità di prevenzione primaria e secondaria in luoghi dove la prevenzione arriva con più difficoltà”.

“Questo progetto di solidarietà sociale - continua il Presidente della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, Dott. Giovanni Raimondi - risponde alla missione del Policlinico Gemelli: essere accanto, con scienza medica e assistenza anche di prossimità, a tutte le persone, particolarmente le più bisognose. Anche grazie a questa iniziativa itinerante il Gemelli si apre al territorio, prendendosi cura delle persone socialmente più fragili e sensibilizzando tutti alla tutela della propria salute, attraverso la prevenzione e la diagnosi precoce”.

Dopo aver attraversato da nord a sud l’Italia durante tutto il mese di ottobre, la “Carovana della Prevenzione” proseguirà le sue attività con l’obiettivo di garantire almeno 10 “Giornate di promozione della salute femminile” ogni mese in regioni diverse e almeno 25.000 prestazioni mediche di prevenzione ogni anno.

Oltre alla offerta di servizi clinici, nelle varie tappe della Carovana verranno organizzati laboratori di promozione dello sport e della attività fisica per gli studenti delle Scuole Inferiori e Superiori, condotti insieme al CONI e all’Istituto di Scienza dello Sport, oltreché incontri di aggiornamento continuo dedicati al personale medico realizzati insieme alle istituzioni sanitarie territoriali.

 

PRIMO BILANCIO DELLE ATTIVITA’ 1-31 OTTOBRE (mese della Prevenzione dei tumori del seno)
 
La Carovana ha svolto 28 giornate di promozione della salute femminile in 13 città (Brescia, Milano, Norcia, Celano, Monsampolo del Tronto, Ascoli Piceno, Roma, Praia a Mare, Matera, Lavello, Campobasso, Benevento, Ostia) in 9 regioni italiane (Lombardia, Umbria, Abruzzo, Marche, Lazio, Calabria, Basilicata, Molise,
Campania) ed ha offerto gratuitamente a 1.114 donne 2.568 esami diagnostici e prestazioni specialistiche di prevenzione.
L’88% delle donne che hanno beneficiato delle prestazioni della Carovana della Prevenzione non rientrano per motivi anagrafici nei programmi di screening del Sistema Sanitario Nazionale.

 

Condividi Condividi questa news per posta elettronica E-mail Condividi questa news su Facebook Facebook Condividi questa news su Twitter Twitter Condividi questa news su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questa news