10.05.2018
Giornate europee dello Scompenso cardiaco: il Gemelli aderisce alla campagna con un film e iniziative di informazione e sensibilizzazione
Ieri, mercoledì 9 maggio, presso la Sala MediCinema gli interventi di cardiologi e cardiochirurghi del Policlinico e la proiezione di La Mélodie.

Ieri, mercoledì 9 maggio, alle ore 14.30, nell’ambito delle Giornate europee dello Scompenso cardiaco 2018, promosse dal 7 al 13 maggio da Heart Failure Association of the ESC (Società europea di Cardiologia), presso la Sala Medicinema 

si è svolto un incontro di informazione e sensibilizzazione sulla patologia con gli esperti del Dipartimento di Scienze Cardiovascolari e Toraciche Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli – IRCCS, cui è seguita la proiezione del film La Mélodie.

All’iniziativa sono intervenuti:  Filippo Crea, Direttore Dipartimento Scienze Cardiovascolari e Toraciche Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli,  Massimo Massetti, Direttore Area Cardiologica Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli,  Nadia Aspromonte, Responsabile PCA Scompenso Cardiaco Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli e coordinatore italiano del Working Group Heart failure ESC.

"Lo scompenso cardiaco  - ha spiegato il prof. Filippo Crea - è caratterizzato dal fatto che il cuore non riesce a far fronte alla sua attività e quindi l'organismo ne risente. Da una parte lo scompenso da stanchezza, dall'altra puo dare affanno. Le cause che portano allo scompenso - ha continuato il cardiologo - sono un po' tutte le malattie cardiache: le malattie valvolari, le malattie delle coronarie, le aritmie, le malattie del muscolo cardiaco. Quindi il modo migliore per prevenire lo scompenso cardiaco è curare tempestivamente tutte quelle malattie che possono in ultima analisi portare allo scompenso cardiaco".

Nel corso dell’evento rivolto a degenti e visitatori dell’ospedale è stato distribuito materiale informativo sullo scompenso cardiaco.

 

Condividi Condividi questa news per posta elettronica E-mail Condividi questa news su Facebook Facebook Condividi questa news su Twitter Twitter Condividi questa news su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questa news