22.02.2012
Trapianti di cornea, dalla cheratoplastica lamellare all'impianto di staminali nei casi più gravi
I progressi nella conoscenza delle patologie corneali e della superficie oculare, le procedure chirurgiche, la divulgazione delle tecniche del Trapianto di cornea al centro del congresso SI.Tra.C dal 23 al 25 febbraio all'Università  Cattolica di Roma. L'Italia tra i leader in Europa

Sarà il cheratocono Il protagonista del Congresso nazionale della Società Italiana trapianto di Cornea (SI.Tra.C) che si svolge presso il Centro congressi Europa dell’Università Cattolica di Roma da giovedì 23 a sabato 25 febbraio.

"L’obiettivo del simposio scientifico è di presentare lo stato dell’arte e le novità per il trattamento delle patologie corneali a 360° - anticipa  il presidente del Congresso e direttore dell’Istituto di Oftalmologia della Cattolicaprof Emilio Balestrazzi - Il Congresso sarà anche l’occasione di confronto con esperienze e modalità operative internazionaligrazie all’intervento di rappresentanti della Johns Hopkins University di Baltimora (USA), centro all’avanguardia nel settore”.

 

Il Congresso S.I.Tra.C. si svilupperà in 3 giornate di attività scientifiche, suddivise in Sessione Plenaria, con le sedute di “chirurgia in diretta”dove 20 chirurghi si alterneranno dalle sale operatorie del Policlinico A. Gemelli e dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, le Tavole Rotonde e le Letture Magistrali, e in 4 Percorsi Formativi, cioè da specifici processi di apprendimento guidato sui temi “caldi” della patologia e della terapia corneale: il Cheratocono, Le Cheratoplastiche Lamellari, La Cheratoplastica Perforante e La Superficie Oculare.

 

“In Italia  - afferma Balestrazzi - vengono eseguiti circa 5000 Trapianti di cornea ogni anno. Grazie all’esperienza e all’abilità degli operatori sanitari, all’evoluzione delle procedure chirurgiche dell’intervento, alla buona qualità delle cornee utilizzate, opera della puntuale attività delle Banche dei Tessuti Oculari, la percentuale di successo di quest’intervento è molto alta con oltre il 90% di sopravvivenza a 10 anni”.

 

L’Italia è il primo paese europeo per la donazione di cornee con 7.246 donatori nel 2011 che, rispetto ai 6.742 del 2010, rappresentano un incremento del 8%” (dati Report sull’attività di donazione e trapianto in Italia, a cura del Centro Nazionale Trapianti).

 

Il Cheratocono (KC) è un disturbo che provoca l’assottigliamento della cornea con la distorsione e la visione ridotta.

 

 

 

XI Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile, 15 - 16 febbraio 2013
(12/02/2013)

 “Di cancro infantile si può guarire, non perdiamo tempo” è l’appello lanciato da  FIAGOP onlus - Federazione Italiana delle Associazioni di Genitori Oncoematologia Pediatrica - in occasione dell’XIa Giornata Mondiale contro il cancro Infantile, promossa in 85 paesi nel mondo dalla Confederazione Internazionale delle Organizzazioni di Genitori di Bambini malati di Cancro – ICCCPO, International Confederation of Childhood Cancer ParentOrganizations.

L’obiettivo di questa edizione è di catalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica, delle Istituzioni, dei pediatri e delle famiglie sulla basilare importanza di una diagnosi tempestiva.

Il cancro nei bambini è curabile. Tuttavia, una diagnosi tardiva diminuisce sensibilmente le possibilità di guarigione. Nei paesi definiti “ricchi” 8 bambini su 10 guariscono, ma nei paesi più svantaggiati soltanto da 2 a 3 bambini su 10 sopravvivono, a causa della diagnosi tardiva e della mancanza di equipes mediche specializzate e dotate delle necessarie attrezzature. Questo significa che ogni hanno nel mondo muoiono oltre 90.000 bambini perché noi non facciamo abbastanza!

In Italia ogni anno si ammalano di tumore (linfomi e tumori solidi) o leucemia 2100 bambini,1 bambino su 650 entro i 15 anni di etàSebbene sia un evento raro e le percentuali di guarigione siano alte, i tumori rimangono la prima causa di mortalità da malattia nei bambini. Ogni anno il numero è in leggera crescita.(Fonte AIEOP).

Il programma delle iniziative messe in campo da FIAGOP:
Venerdì 15 febbraio alle ore 11, centinaia di bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie parteciperanno al lancio di palloncini bianchi recanti la scritta “Di cancro infantile si può guarire: non perdiamo tempo”. Questo sarà un importante momento simbolico, di condivisione, per avvicinare i bambini sani alla realtà dei coetanei meno fortunati. L’evento si terrà contemporaneamente sull’intero  territorio nazionale. Per conoscere i luoghi dell’evento clicca  su www.fiagop.it

 

A tale proposito, l’Associazione “Ali di Scorta” ha per Venerdì 15 Febbraio promosso l’iniziativa con il MIUR, realizzando lo scopo di avere la presenza di 165 bambini delle scuole quinta elementare e prima media di Roma, accompagnati da insegnanti e genitori, che lanceranno i palloncini dalla Piazza del Campidoglio. Inoltre, nella Sala della Protomoteca si svolgerà un momento di riflessione relativamente al tema trattato, a cui parteciperà il professor Riccardo Riccardi, Direttore dell’Unità Operativa Complessa del reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Agostino Gemelli, insieme ad altri ospiti. L’argomento “I nuovi farmaci vi faranno meno male”, presentato dal professor Riccardi, conterrà un forte messaggio di speranza .
Lo stesso evento “Ali di Scorta”, grazie al coinvolgimento dell’URP del Policlinico Agostino Gemelli, del Reparto di Oncologia Pediatrica dell’Ospedale stesso, lo proporrà alle 15,00 del pomeriggio ed avrà la partecipazione dei bimbi del Reparto che lanceranno i palloncini dalla terrazza del Reparto oncologico.

 

Sabato 16 febbraio ore 9.30, presso il Palacongressi Oltremare di Napoli – sala Stromboli - si terrà il convegno "Precocità della diagnosi in oncologia pediatrica",organizzato da FIAGOP insieme ad AIEOP (Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica), con la collaborazione dell’Associazioni locali Carmine Gallo, A.c.L.T.I e OPEN  onlus che operano presso l’Ospedale Pausilipon. I lavori saranno aperti alle ore 9,30 da Pasquale Tulimiero, presidente FIAGOP e dal Prof. Andrea Biondi, Presidente AIEOP. 

Alle ore 15, nel corso dell’incontro tra le associazioni federate, videoconferenza: gemellaggio Pausilipon - Gaslini. Si tratta della dimostrazione del progetto pilota che FIAGOP intende realizzare per la creazione di una rete nazionale per lo scambio di informazioni e immagini per le diagnosi a distanza tra i vari centri di oncoematologia pediatrica affiliati AIEOP.

 

                                                                                                                                                               SS Ufficio stampa

Condividi Condividi questa news per posta elettronica E-mail Condividi questa news su Facebook Facebook Condividi questa news su Twitter Twitter Condividi questa news su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questa news