29.08.2012
Ipoacusia
La riduzione dell’acuità uditiva, di qualunque grado e natura, viene definita in medicina con il termine “ipoacusia”.

Può presentarsi quale sintomo isolato o associata ad altri sintomi a carico dell'orecchio quali acufeni, vertigini e/o disturbi dell'equilibrio, sensazione di ovattamento auricolare o di orecchio "pieno".

A seconda della sede di alterazione, responsabile della sordità, parliamo di ipoacusia trasmissiva, di ipoacusia neurosensoriale, di ipoacusia mista.

Si parla, invece, di sordità centrale quando i suoni inviati all'orecchio, pur raggiungendo il centro dell'udito, situato nel cervello, non vengono da quest'ultimo correttamente interpretati.

L’insorgenza dell’ipoacusia può essere improvvisa, o evolvere gradualmente, e può interessare uno o entrambi i lati, anche in epoche differenti o con livelli di progressione differenti.