23.10.2008
Un nuovo strumento per la riduzione della pressione intraoculare
Il laser Sapphire presto sarĂ  utilizzato per ridurre la pressione intraoculare nei pazienti affetti da glaucoma.

L'FDA ha recentemente emanato l’autorizzazione per il nuovo laser Sapphire (TLT, Titanium: Sapphire Laser Trabeculoplasty) da utilizzare per la trabeculoplastica; tale autorizzazione è legata all’equivalenza tra questo nuovo prodotto e il precedente ALT (Argon Laser Trabeculoplasty) per la riduzione della pressione intraoculare (IOP, intra ocular pressure) nei pazienti affetti da glaucoma. Pertanto il nuovo strumento, già autorizzato in Europa e in Canada, potrà ora essere utilizzato anche in USA.

Questa decisione si basa sui risultati di uno studio che ha randomizzato più di 180 pazienti in America, Europa, Canada e Israele e che ha mostrato, nei 12 mesi di follow-up, che la percentuale di riduzione IOP è addirittura maggiore nei pazienti trattati con TLT rispetto a quelli trattati con ALT (6.8 +/- 4.7 mmHg, 25.8%, vs 5.7 +/- 4.8 mmHg 22.2%).

In proposito uno dei ricercatori, il Dott. Fantes, ha dichiarato che i pazienti trattati con TLT ottengono risultati immediati, mantenendo gli effetti/benefici per tutto il follow-up, senza rischiare i pesanti danni termici.

Dal punto di vista tecnologico il TLT funziona attra-verso l’emissione di un raggio di energia ad una lunghezza d’onda di “quasi infrarosso” di 79 nm d’onda, il che permette appunto di ridurre il rischio di danni termici significativi. Questa energia è inoltre in grado di penetrare più profondamente nei tessuti, rispetto all’alternativa ALT, permettendo di mantenere più a lungo i risultati.

 

Fonte: www.medgadget.com, 22 Settembre 2008