05.08.2010
Migliorata la tecnica mini-invasiva per l’incontinenza femminile
Un nuovo dispositivo uretrale a singola incisione dedicato all'incontinenza urinaria femminile da stress.

Un'azienda americana ha annunciato di aver ricevuto l'autorizzazione della FDA per il dispositivo uretrale a singola incisione MiniArc Precise dedicato all’incontinenza urinaria femminile da stress.

L’incontinenza urinaria femminile da stress è una condizione molto diffusa (33 milioni di donne nel mondo) determinata dall’indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico, in cui qualunque aumento della pressione intraaddominale (dovuta ad esempio al ridere, tossire, correre,..) porta alla perdita involontaria di urina.

Un trattamento possibile per questa condizione, è il posizionamento chirurgico di una bendarella (imbracatura) uretrale, un dispositivo che funge da supporto per l'uretra.

Nel trattamento con il MiniArc Precise, il chirurgo posiziona sotto l'uretra una striscia sottile di materiale, tipo “maglia a rete”, al fine di fornire all’uretra stessa un vero e proprio “rinforzo”.

Il dispositivo MiniArc Precise rappresenta una evoluzione del dispositivo originale MiniArc costruito nel 2007 (uno dei più diffusi negli Stati Uniti, testato su oltre 75.000 pazienti), e rispetto ad esso presenta oltre ad un nuovo design, un ago ad uncino per favorire l’ancoraggio della maglia al tessuto muscolare. Di fatto esso semplifica ulteriormente la facilità d'uso, dato che la procedura di posizionamento viene eseguita con tecnica mininvasiva (singola incisione); inoltre minimizza il rischio di trauma dei tessuti grazie alla facilità di ancoraggio e consente una maggiore precisione (di posizionamento).

L’intervento può essere eseguito per via ambulatoriale e consente ai pazienti di tornare alle normali attività lavorative in pochi giorni.

Fonte: Medgadget, Aprile 2010