18.04.2007
Gli esami clinici: esame citologico nasale
L' esame citologico nasale è indispensabile nelle rinopatie aspecifiche immunomediate ed è molto utile anche nel monitoraggio dell’evoluzione della patologia in relazione alla risposta al trattamento.

 

Rappresenta l’esame di scelta per la Ricerca della immunoflogosi e i fenomeni di degranulazione (eosinofili, mast cellule, neutrofili e linfociti). 

Consente la distinzione tra rinopatie infiammatorie e non e la differenziazione tra riniti vasomotorie specifiche, aspecifiche ed infettive (batteriche e virali). Indispensabile nelle rinopatie aspecifiche immunomediate con eosinofili (NARES) o con mastociti (Mastocitosi). Utile anche nel monitoraggio dell’evoluzione della patologia in relazione alla risposta al trattamento.

Il prelievo viene effettuato mediante Scraping: lieve raschiamento e tramite particolari spatole di materiale plastico detti Rhinoprobe.

Il rinocitogramma dovrebbe essere eseguito, letto ed interpretato a fini diagnostici e terapeutici da uno specialista otorinolaringoiatra o da un Citologo in collaborazione con l’otorino.