19.09.2012
La musica dagli occhi: vedere grazie alla musica
EyeMusic è un dispositivo di sostituzione sensoriale (SSD) che impiega piacevoli scale e note musicali per aiutare i non vedenti a

EyeMusic è un dispositivo di sostituzione sensoriale (SSD) non invasivo, sviluppato da un team di ricercatori presso l'Università Ebraica di Gerusalemme, che impiega piacevoli scale e note musicali per aiutare i non vedenti a "vedere" utilizzando la musica. Il principio è semplicissimo: conversione delle immagini in una combinazione di note musicali o passaggi sonori.

EyeMusic scansiona un'immagine e rappresenta i pixel che si trovano alle alte posizioni verticali con note musicali acute alte, mentre quelli nelle posizioni verticali basse con note musicali gravi, producendo così una scala musicale. Il colore, e quindi la luminosità dell’immagine, viene codificata in base al livello del volume del suono.

L'algoritmo di EyeMusic usa diversi strumenti musicali per ciascuno dei cinque colori: bianco (voce), blu (tromba), rosso (reggae organo), verde (sintetizzatore a canna), giallo (violino), il nero è rappresentato dal silenzio. Il dispositivo è stato testato su 18 persone vedenti e bendate che tramite l’ascolto di scale musicali sono state invitate a posizionare degli oggetti nello spazio. I risultati sono stati soddisfacenti, infatti i partecipanti sono riusciti a posizionare gli oggetti orientandosi nello spazio.
Lo studio presta sostegno nell'ipotesi che la rappresentazione dello spazio nel cervello non può dipendere dalla modalità con cui l’informazione spaziale viene ricevuta ma, dopo una sessione di formazione, è possibile orientarsi nello spazio anche senza l’input visivo.

Il dispositivo è ancora un prototipo e ha bisogno di altri sviluppi, ma rappresenterà sicuramente una innovazione se persone non vedenti potessero con precisione raggiungere una tazza di caffè, o magari stringere la mano a un buon caro amico.

 

Fonte : Restorative neurology and neuroscience 9 July 2012-07-31