22.04.2012
Entero-RM
Tale metodica, che non utilizza radiazioni ionizzanti, è indicata nell’identificazione delle malattie infiammatorie croniche dell’intestino (ad esempio il morbo di Crohn), nell’identificazione di neoplasie e di lesioni vascolari.

A cura di Dipartimento di Scienze Radiologiche