05.07.2011
Controllo della pressione arteriosa senza farmaci
Un nuovo dispositivo consente di regolare la pressione arteriosa attraverso un processo noto come denervazione renale (RDN).

Un nuovo dispositivo consente di regolare la pressione arteriosaattraverso un processo noto come denervazione renale (RDN): si tratta di una procedura endovascolare simile ad una angioplastica.

Il dispositivo è costituito da un catetere che viene passato attraverso l'arteria femorale in arteria renale. Raggiunta l'arteria renale, il dispositivo eroga energia a bassa potenza RF, attraverso un generatore, per disattivare i nervi circostanti: in questo modo il catetere consente di modulare i nervi simpatici che vi risiedono. Questa procedura consente quindi di ridurre l'iperattivazione del sistema nervoso simpatico, che è spesso causa di ipertensione cronica.

La procedura RND mira a ridurre in modo permanente la pressione sanguigna: in alcuni casi può permettere ai pazienti di ridurre o eliminare la necessità di farmaci antipertensivi per tutta la vita. I dati pubblicati sino a questo momento sembrano promettenti, mostrando una riduzione significativa della pressione arteriosa.

In particolare in uno studio è stato dimostrato che i pazienti trattati con il dispositivo hanno registrato un calo medio della pressione arteriosa di 32/12 mmHg a 6 mesi, a fronte di un aumento della pressione sanguigna di mmHg 1/0, nel gruppo di controllo (pazienti trattati con la terapia farmacologica).

Lo studio ha inoltre dimostrato la sicurezza della RND in quanto non sono stati evidenziati eventi avversi rilevanti (complicanze cardiovascolari o danni renali) imputabili alla procedura. I risultati di questo studio mostrano che il sistema può diventare potenzialmente un trattamento rivoluzionario, costituendo un riferimento per un gran numero di pazienti affetti da questa patologia.

 

Fonte: www.medgadget.com, Luglio 2011