18.02.2013
Sinusite

Infiammazione dei seni paranasali (cavità ripiene d'aria scavate nel contesto delle ossa del massiccio facciale con funzione di protezione dell'encefalo, isolamento termico, cavità di risonanza, ecc: seno etmoidale, seno frontale, seno sfenoidale, seno mascellare).

In genere le cause risiedono in affezioni che riguardano il naso, più raramente sono cause traumatiche. I germi più comunemente coinvolti sono Pneumococchi, Stafilococchi, Streptococchi, Haemofilus influentiae, meno frequentemente gli anaerobi; i miceti sono in causa nelle popolazioni con deficit immunologici.

I sintomi sono rappresentati dalla rinorrea purulenta più o meno abbondante, dal dolore sordo, continuo, dall'edema dei tessuti molli, dalla fotofobia, dall'ostruzione nasale, dal torpore intellettuale, dalla febbre.

La diagnosi si fonda sulla rinoscopia anteriore e posteriore, sulla diafanoscopia e sulla TAC dei seni interessati.

La terapia è essenzialmente medica e si avvale di antibiotici e decongestionanti nasali; nelle forme croniche, dovute a terapie incongrue delle forme acute o a processi che incidono sui meccanismi di difesa (terreno allergico, malattie del ricambio, malattie epatiche, renali, ecc.) è invece chirurgica e consiste nella toeletta del seno interessato e nella creazione di una via di drenaggio con la fossa nasale dello stesso lato.