07.11.2012
Sempre meno invasivo l'intervento chirurgico per la sinusite
La sinusite cronica colpisce più di 31 milioni di persone negli Stati Uniti, e rappresenta una patologia più diffusa di patologie comuni come le malattie cardiache o l'asma.

La sinusite cronica colpisce più di 31 milioni di persone negli Stati Uniti, e rappresenta una patologia più diffusa di patologie comuni come le malattie cardiache o l’asma.

Il sistema sanitario americano spende attualmente più di $ 8 miliardi di dollari all'anno per migliorare la salute dei pazienti con patologie del seno nasale. Il trattamento di elezione è farmacologico, tuttavia circa il 20 per cento dei pazienti trattati, non riscontra un adeguato sollievo. Inoltre il trattamento farmacologico, anche quando efficace, è non privo da effetti collaterali.

 

Per questi pazienti il trattamento più efficace diviene quindi chirurgico, implementato attraverso le note tecniche della chirurgia funzionale endoscopica sinusale (FESS), o della dilatazione di un palloncino ad alta pressione tramite catetere. Entrambe le tecniche possono causare disagi al paziente e vengono effettuate in una sala operatoria, in anestesia generale.

 

Un nuovo dispositivo denominato AerOs Sinus Dilation System, è stato progettato per aprire delicatamente l’osteo (aperture che collegano il seno alla cavità nasale), al fine di ripristinare il drenaggio naturale del seno e la sua corretta ventilazione. A differenza dei dispositivi che utilizzano il palloncino (anch’essi considerati poco invasivi), i quali determinano la dilatazione dell’osteo grazie al rapido gonfiaggio del palloncino con alta pressione, il sistema AerOs sfrutta l’espansione naturale di un inserto, progettato per aprire delicatamente e gradualmente l'ostio mascellare. Il sistema AerOs incorpora la tecnologia proprietaria osmotica della società, che consente l’espansione di specifici device utilizzando i liquidi naturali del corpo.

 

Il dispositivo ha infatti dimensioni molto piccole e dopo circa 60 minuti dal suo posizionamento è pronto per essere rimosso. La bassa pressione, l’espansione graduale e la semplicità di utilizzo del dispositivo, sono elementi che rendono la procedura eseguibile in ambulatorio con anestesia locale.

 


Fonte : www.medgadget.cm., September 2012