20.02.2013
Analgesici spray, una alternativa all'epidurale
L'attrazione degli ultimi decenni verso l'epidurale in travaglio spesso ha portato ad un suo utilizzo indiscriminato su tutte le donne partorienti.

L’attrazione degli ultimi decenni verso l’epidurale in travaglio spesso ha portato ad un suo utilizzo indiscriminato su tutte le donne partorienti. In molti centri nascita, l’epidurale è proposta come soluzione alle ansieche le persone in gravidanza possono avere verso il dolore del parto, senza una precedente attenta considerazione dell’efficacia e degli inconvenienti che possono derivare dal suo impiego.

Le donne che desiderano avere un sollievo dal dolore durante il travaglio, senza correre i rischi di una procedura invasiva, possono ricorre all’uso dianalgesici spray, semplici da utilizzare ed efficaci entro un minuto dalla somministrazione. A confermarlo una revisione sistematica pubblicata sul Cochrane Database of Systematic Reviews che ha riassunto i dati di 26 studi clinici su quasi 3.000 donne.

 

Attraverso una Scala Analogica Visiva (VAS) con valori da 0 a 100, sono stati misurati l’intensità del dolore e l’entità del sollievo. Combinando i risultati dei trial è emersa una lieve superiorità dei derivati del flurano nelle prime fasi del travaglio rispetto al protossido di azoto, garantendo un maggiore sollievo dal dolore (differenza media -16,32; IC al 95% da -5,79 a -26,85 tra 70 donne partecipanti a 2 studi) e minori effetti collaterali (nausea, vomito, vertigini). L’inconveniente dei derivati del flurano è legato alle modalità di somministrazione, che deve essere effettuata esclusivamente sotto la supervisione di un anestesista.

 

Questo è probabilmente il motivo principale per cui nella pratica clinica il protossido d’azoto è più conosciuto ed utilizzato. Gli autori sottolineano, tuttavia, che la revisione presenta alcuni limiti (studi di dimensioni ridotte, soggettività nella percezione dell'intensità del dolore e valutazioni del dolore differenti) e suggeriscono la realizzazione di studi che considerino due importanti outcome finora trascurati, ossia il grado di soddisfazione relativo all'esperienza del parto e il senso di controllo sperimentato durante il travaglio.

 

Fonte: Cochrane Database of Systematic Reviews 2012, Issue 9.