18.02.2010
Disfonia funzionale
Nelle disfonie funzionali l’esame obiettivo della laringe non evidenzia la presenza di lesioni organiche.

Nelle disfonie funzionali l'esame obiettivo della laringe non evidenzia la presenza di lesioni organiche.

Presupposto per l'insorgenza di questi disturbi sono le situazioni di surmenage e malmenage vocale che si verificano per esigenze professionali, cause ambientali o, nei bambini, per motivi di gioco.

 

Quando il carico vocale è eccessivo subentrano compensi fonatori che si realizzano per l'intervanto di muscoli laringei normalmente non attivi durante l'emissione vocale.

Una tecnica respiratoria non adeguata, una postura scorrettal'esposizione ad agenti irritanti ostati flogistici concomitanti a carico delle prime vie aeree, possono favorire l'insorgenza della disfonia e contribuire alla cronicizzazione e all'aggravamento del disturbo.

Il surmenage e il malmenage vocale con il passare del tempo possono portare alla formazione di lesioni organiche secondarie delle corde vocali quali noduli, polipi, edemi.

 

La terapia delle disfonie funzionali consiste nel trattamento riabilitativo logopedico.

Quest'ultimo in molti casi può essere sufficiente a determinare anche il riassorbimento dei noduli.

Invece, nel caso di polipi o edemi si procede prima alla loroasportazione chirurgica e poi alla terapia logopedica.