20.11.2011
L’emicrania si cura con la testa
Uno dei trattamenti farmacologici utilizzati per contrastare l'emicrania è l’indometacina.

L’emicrania continua è uno stato di dolore persistente che coinvolge un intero emisfero cerebrale.

Uno dei trattamenti farmacologici utilizzati per contrastare questo tipo di patologia è l’indometacina.

Tuttavia molti pazienti si dimostrano intolleranti e per taluni tale trattamento è controindicato.

In tali casi le alternative terapeutiche risultano molto limitate; tra queste da ricordare è la stimolazione del nervo occipitale. Questa risulta essere una terapia efficace, anche se l’evidenza disponibile è ancora molto ridotta. Nello studio di cui si riportano i risultati sono stati studiati 6 pazienti a cui è stato impiantato un device di neurostimolazione di seconda generazione chiamato bion.

I pazienti arruolati nello studio e a cui è stato impiantato il dispositivo, sono stati seguiti anche tramite la compilazione di un diario che registrava tutti i casi di emicrania avvenuti 1 mese prima e per i 5 mesi successivi all’impianto.

L’outcome osservato era relativo alla severità degli attacchi prima e dopo la sperimentazione. Nel breve periodo, 5/6 dei pazienti hanno riportato sufficienti benefici da poter consigliare l’impianto del device, risultato confermato anche nel lungo termine su 4 dei 6 pazienti arruolati. L’adozione di tale device, anche grazie al basso grado di invasività della procedura di impianto, ed alla sostanziale sicurezza, fornisce un’alternativa di cura dall’emicrania potenzialmente valida.


Fonte: Lancet Neurology 2008; 7:1001-1012