Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore
Skip Navigation Links

Medicina Nucleare
Direttore Prof. Alessandro Giordano 
Dirigente Medico responsabile di Struttura Complessa

Telefono
06-30154978 (Per Prenotare vedi Pagina Informazioni)
Fax
06-3058185
Complesso
Policlinico Gemelli
Locazione
Ala E - Piano 2

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE DI MEDICINA NUCLEARE

L’Unità Operativa Complessa (UOC) di Medicina Nucleare del Policlinico Universitario A. Gemelli è “struttura di sede” della Scuola di Specializzazione di Medicina Nucleare. Alla Scuola hanno accesso annualmente tre specializzandi. La Scuola si caratterizza per alcune eccellenze riconosciute:

Presenza di 14 specialisti in Medicina Nucleare inquadrati nei ruoli di Professori (un Ordinario, due Associati e quattro Aggregati) e di Dirigenti Medici (sette); per la UOC lavorano anche 13 tecnici di Medicina Nucleare (di cui 5 presso il Centro PET-TAC), 8 infermieri e 7 amministrativi (di cui 4 presso il Centro PET-TAC) e un’equipe di radiofarmacia PET di 6 elementi.

 

  • Due laboratori di preparazione radiofarmaci con locali ed organizzazione congruenti con le Norme di Buona Preparazione dei Radiofarmaci, di cui uno dotato di ciclotrone da 19MeV, produzione di radiofarmaci marcati con 18F, 11C, 13N, 68Ga e con una equipe di radiofarmacia dedicata. 

  • Cinque gammacamere: 2 SPECT-TC a doppia testa Siemens Intevo2 (2014); 1 SPECT cardiodedicata CZT D-SPECT (2013); 1 SPECT-TC a doppia testa GE Infinia (2004), una monotesta GE millennium MG (2008);

  • Due tomografi PET-TC: Siemens Biograph TF (2013) e Philips GXL (2005)

Cinque letti per terapia con radionuclidi (degenza protetta), gestiti in collaborazione con la UOC di Radioterapia.

Sono a disposizione degli specializzandi due moderne sale refertazione con workstation che duplicano tutte le funzioni delle workstation “di sala” (prevalentemente gestite dal personale tecnico).

L’organizzazione didattica prevede che ogni specializzando sia affidato annualmente ad una diversa equipe specialistica (Medicina Nucleare Convenzionale, Medicina Nucleare SPECT e SPECT-TC, Medicina Nucleare PET-TC, Terapia Medico Nucleare) con tutor ben definiti che guidano tutte le attività professionalizzanti; nell’ultimo anno di Corso la Scuola incoraggia e facilita il soggiorno degli specializzandi presso altre sedi Italiane o Straniere per approfondire specifici argomenti professionali o di ricerca.

La Scuola ha una Segretaria dedicata agli specializzandi, dispone di un’Aula Didattica ben attrezzata, di spogliatoio con armadietti personali; sono inoltre a disposizione degli Specializzandi tutti i Servizi propri dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia e del Policlinico A. Gemelli: Biblioteca, Guardaroba/lavanderia per Camici, Mensa, ecc.

Il Direttore e la Segretaria sono a disposizione di studenti e medici all’indirizzo di posta elettronica istmn@rm.unicatt.it o al numero di telefono 06-30154978.

 

RICERCA E DIDATTICA

Gran parte del personale medico della UOC di Medicina Nucleare è inquadrato anche come personale Docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore nei ruoli di Professore di Prima o Seconda fascia o di Ricercatore ed è pertanto impegnato, oltre che in compiti assistenziali, anche nella didattica e nella ricerca. I docenti ricoprono incarichi di insegnamento nei Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia della Università Cattolica del Sacro Cuore, in quelli di Laurea triennale di Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia, di Laurea triennale di Tecniche di Laboratorio Biomedico e in numerose Scuole di Specializzazione (Cardiologia, Medicina Interna, Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, Pneumologia, Fisica Sanitaria, Ematologia, Oncologia, Medicina Nucleare, Chirurgia Generale, Radiologia, Radioterapia, Geriatria, Chirurgia Plastica, Chirurgia pediatrica). Alcuni docenti ricoprono  incarichi d’insegnamento anche nella Scuola di Specializzaione in Radiodiagnostica dell’Università G. D’Annunzio di Chieti, in corsi di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia presso la Fondazione “Giovanni Paolo II” di Campobasso,  l’Ospedale San Filippo Neri di Roma, presso l’ospedale San Carlo di Potenza e presso l’Università G. D’Annunzio di Chieti.

Le principali linee di ricerca sono svolte nell’ambito della Cardiologia, Neurologia, Endocrinologia ed Oncologia.

In Cardiologia ricercatori sono impegnati nella messa a punto delle tecniche di quantificazione del flusso ematico miocardico (MBF) sotto massima vasodilatazione e a riposo mediante PET dinamica con Ammonia-NH3 applicando la metodica in pazienti con malattia microvascolare e in pazienti dopo IMA STEMI e NON STEMI; alcuni studi sono specificamente rivolti a determinare il ruolo della PET/TC con 18F-FDG nelle endocarditi infettive e nelle infezioni di defibrillatori impiantabili con identificazione dei tempi ottimali di acquisizione; viene inoltre approfondito l’uso della 123I-MIBG con le relative interferenze farmacologiche per lo studio della funzione neuro-adrenergica cardiaca. E’ inoltre in fase di impostazione uno studio multicentrico finalizzato alla misura quantitativa del MBF con 99mTc-MIBI mediante la gammacamera cardiodedicata D-SPECT (con gli innovativi rilevatori CZT).

Gli studi in corso di esecuzione in campo Neurologico riguardano il ruolo del DATSCAN per la valutazione della funzione dopaminergica presinaptica nei pazienti con disturbi del movimento associati a sintomi psichiatrici e nei pazienti affetti da depressione maggiore; il ruolo della SPECT di perfusione con 99mTc-HMPAO nella diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e nel bilancio pre-chirurgico delle epilessie; la quantificazione del metabolismo glucidico cerebrale regionale (CMRGlucose) in pazienti con idrocefalo normoteso prima e dopo derivazione ventricolo-peritoneale e il ruolo della PET con FDG nel melanoma uveale.

In Endocrinologia si studia il ruolo della SPECT/TC con 131I nel carcinoma differenziato della tiroide e quello della scintigrafica surrenalica con 131I-iodocolesterolo nella diagnosi della sindrome di Cushing sub-clinica. È stato recentemente avviato uno studio PET con un nuovo tracciante aminoacidico, la 11C-Metionina, nei pazienti con iperparatirodismo primitivo e secondario.

In Oncologia sono in corso protocolli di ricerca multidisciplinari, in particolare per le neoplasie ginecologiche (con 18F-FDG) e per la neoplasia prostatica (con 18F-fluoroetilcolina). Nell’ambito dei tumori neuroendocrini, viene studiato il ruolo della scintigrafia con 123I-MIBG e della PET con vari traccianti per la valutazione di feocromocitomi e paragangliomi ed il ruolo della PET con 18F-FDG, 18F-DOPA e con 68Ga-peptidi nel carcinoma midollare della tiroide.

I ricercatori sono inoltre attivi nei campi della Diagnostica Gastroenterologica, con la valutazione delle metodiche di studio radioisotopico della deglutizione e del transito esofago-gastrico in varie patologie neurologiche e gastroenterologiche e nelle patologie associate ad alterata permeabilità intestinale, nella diagnostica delle Neoplasie Ginecologiche (identificazione radioisotopica del linfonodo sentinella nelle neoplasie della vulva) e nelle Terapie Radioisotopiche Innovative mediante somministrazione intrarteriosa di sfere marcate con 90Y per il trattamento di neoplasie epatiche.

Ricerca e Didattica


Inserire l'e-mailFormato non valido.



© 2016 Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli - Codice Fiscale e P.IVA n. 13109681000
Sede Legale Largo Francesco Vito 1, 00168 Roma - Sede Operativa Largo Agostino Gemelli 8, 00168 Roma
Tutti i diritti riservati/All Rights Reserved

Mappa del Sito | Informativa sulla Privacy | Avvertenze | Condizioni generali di utilizzo e consultazione del sito | Redazione | Webmaster