Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore
Skip Navigation Links

Radioterapia
Direttore Prof. Vincenzo Valentini 
Dirigente Medico responsabile di Struttura Complessa

Telefono
06-30154329 06-30154434 06-30154426 06-30154660 06-30154362 (dettaglio numeri vedi pagina Informazioni)
Fax
06-30157240 06-30155908
Complesso
Policlinico Gemelli
Locazione
Ala E - Piano 3 / Piano 4 - Ala F Piano 2
Attivitá DH
13 Posti Letto
Attivitá Ordinaria
22 Posti Letto (di cui 7 Posti Letto Degenza Radioterapia Oncologica - Piccola Degenza del Sollievo)

COSA E' LA RADIOTERAPIA

La Radioterapia è una disciplina clinica che si serve di radiazioni per la cura di diverse patologie, principalmente dei tumori. La moderna radioterapia utilizza le alte energie e i fasci di radiazioni ionizzanti, meno lesivi e più efficaci perché permettono la morte delle cellule neoplastiche, senza la contemporanea morte delle cellule sane. La Radioterapia non viene solo utilizzata per scopi curativi, volti cioè alla guarigione del paziente, ma anche per scopi palliativi, per alleviare il dolore e migliorare la qualità della vita in casi di neoplasie in fase avanzata di malattia.

GEMELLI A.R.T.

Il Gemelli A.R.T. (Advanced Radiation Therapy) divisione di Radioterapia Onocologica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli, è un centro altamente specializzato che fornisce a degenti e pazienti ambulatoriali trattamenti all'avanguardia dal punto di vista clinico e tecnologico. Il Centro è dotato di tre Acceleratori Lineari (LINAC) che permettono di utilizzare molteplicità di metodiche di trattamento. La UOC di Radioterapia si avvale inoltre di un reparto di degenza con 22 Posti Letto e poltrone di Day Hospital per l’esecuzione di trattamenti chemioterapici concomitanti alla radioterapia e delle terapie di supporto ai pazienti in trattamento ed in difficoltà, così come per consentire la terapia da ricoverati a coloro che non possono effettuarla ambulatorialmente. Infine il Gemelli ART ha sviluppato un piano assistenziale orientato al paziente (patient based): attraverso il Progetto A.R.T. & ART si sono allestiti gli ambienti con dipinti artistici che conferiscono freschezza e calore. L'accoglienza di un malato si basa su molti dettagli: l’ascolto, l’attenzione, la professionalità e il coinvolgimento, ma per un reparto di cura non basta la sola relazione individuale, è necessario anche un ambiente sereno, accogliente e che dia colore. 

 

POSSIBILITA' DI TRATTAMENTO

Diverse sono le possibilità di trattamento impiegate a seconda dell'entità delle patologie tumorali. Quando i volumi di malattia sono estesi il trattamento è effettuato con Radioterapia 3D-conformazionale o ad intensità modulata (IMRT), una tecnica in grado di colpire neoplasie a forma complessa e irregolare poste in prossimità di organi critici, che potrebbero essere danneggiati se irradiati. L'uso dell'IMRT permette l'avvicinamento della tecnica radiante al tradizionale trattamento chirurgico, con l'erogazione di dosi più elevate rispetto alle dosi standard al bersaglio tumorale, con conseguente impatto sia sul controllo locale che sulla sopravvivenza complessiva, assicurando una buona qualità di vita al paziente conseguente al risparmio dei tessuti sani circostanti. Quando i volumi del tumore sono più limitati si può ricorrere a radioterapia stereotassica, sia per lesioni encefaliche che extraencefaliche, oppure a trattamenti intraoperatori (Intra Operative RadioTherapy - IORT), che associano la radioterapia all'intervento chirurgico. Una recente innovazione tecnologica consente di governare la somministrazione della dose radioterapica su lesioni che si muovono principalmente per la respirazione (ad esempio lesioni del polmone o del fegato) grazie a un acceleratore IGRT (Image Guided RadioTherapy), in grado di controllare in tempo reale l'esecuzione del trattamento e di modificare le caratteristiche del fascio in base a eventuali modificazioni morfologiche del tumore da colpire. Questo acceleratore dispone di una apparecchiatura radiologica simile ad una tomografia computerizzata (TC), generalmente usata in diagnostica per immagini, che consente di evidenziare per ogni somministrazione la posizione del tumore e indirizzare appropriatamente la sua irradiazione, ottenendo così un'ulteriore riduzione dei margini del volume trattato, minori complicazioni e una riduzione degli errori. Per alcune neoplasie si devono inoltre utilizzare tecniche speciali, quali: la Brachiterapia a 'low dose rate' (LDR) o a 'high dose rate' (HDR) anche con modalità Pulsed (PDR), quest'ultima impiegata soprattutto per neoplasie ginecologiche; la Brachiterapia a contatto episclerale nel melanoma dell'occhio; la Brachiterapia metabolica nei tumori della tiroide e in alcuni tumori pediatrici; la 'Total body irradiation' (TBI) in alcuni tipi di leucemia. Queste tecniche speciali, che richiedono obbligatoriamente il ricovero del paziente in camere schermate, vengono effettuate in un reparto di degenza appositamente attrezzato con camere protette e attrezzatura dedicata. È inoltre diffusamente praticata l'associazione di farmaci o ormoni durante la radioterapia con la finalità di potenziare l'azione della stessa terapia.

 

I SERVIZI DELLA RADIOTERAPIA ONCOLOGICA

La Radioterapia Oncologica è parte del Polo Oncologia ed Ematologia della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli e dell’Istituto di Radiologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e comprende la strutture di Radioterapia Oncologica  le quali svolgono le proprie attività cliniche in piena sinergia e collaborazione.

La “DEGENZA DI RADIOTERAPIA ONCOLOGICA - Piccola Degenza del Sollievo” è dedicata alla cura di pazienti oncologici affetti da neoplasie trattate mediante radioterapia esclusiva o con radio-chemioterapia integrata, non gestibili ambulatorialmente e al supporto di coloro che manifestano tossicità acute in corso di trattamento o condizioni cliniche generali, che richiedano terapie idonee in regime di ricovero. Questa degenza è in grado di accogliere pazienti e familiari con camere singole e con un locale con funzioni finalizzate al sollievo dei familiari, per attuare al meglio i trattamenti radianti palliativi. 

Il DAY HOSPITAL DI RADIOCHEMIOTERAPIA assiste i pazienti suscettibili di eseguire trattamenti radio-chemioterapici concomitanti e/o sequenziali, e che necessitano, per questo, di uno stretto monitoraggio clinico-laboratoristico e di eventuali terapie di supporto in caso di tossicità correlate al trattamento.

AMBULATORIO DI FOLLOW-UP - viene offerta a tutti i pazienti trattati presso le unità operative della Radioterapia la possibilità di essere seguiti da personale qualificato, dopo la fine dei trattamenti, tramite visite finalizzate al monitoraggio clinico strumentale delle cure, degli eventuali effetti collaterali e a favorire il reinserimento del paziente nella vita sociale.

L’Unità Operativa Complessa include, inoltre, il DAY HOSPITAL DI RADIOCHEMIOTERAPIA DEL COMPLESSO INTEGRATO COLUMBUS (CIC). Questo assiste i pazienti suscettibili di eseguire trattamenti radio-chemioterapici concomitanti e/o sequenziali, e che necessitano, per questo, di uno stretto monitoraggio clinico-laboratoristico e di eventuali terapie di supporto in caso di tossicità correlate al trattamento presso il Complesso Integrato Columbus. 

La Struttura


Inserire l'e-mailFormato non valido.



© 2016 Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli - Codice Fiscale e P.IVA n. 13109681000
Sede Legale Largo Francesco Vito 1, 00168 Roma - Sede Operativa Largo Agostino Gemelli 8, 00168 Roma
Tutti i diritti riservati/All Rights Reserved

Mappa del Sito | Informativa sulla Privacy | Avvertenze | Condizioni generali di utilizzo e consultazione del sito | Redazione | Webmaster