Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore
Skip Navigation Links

La Libreria dell'Anima

"Leggere aiuta a guardare lontano ma anche dentro di noi.

Una lettura mirata può farti sentire meno sola e meno disperata.

Leggere è come scrivere la propria vita con le parole che avresti sempre voluto dire.

Infonde coraggio e proietta verso l'esterno il tuo problema fino a renderlo più accettabile.

La lettura è una terapia individuale dove ognuno trova le proprie risposte alle tante domande della vita e trova le proprie parole per raccontarla."

La Libreria dell’Anima nasce nell’ambito del Dipartimento per la Tutela della Salute della Donna e della Vita Nascente del Policlinico “Agostino Gemelli” diretto dal Prof. Giovanni Scambia, all’interno del reparto di Ginecologia Oncologica (4 piano ala N). 

Uno spazio a disposizione delle pazienti, un ambiente accogliente dove poter leggere buoni libri, raccogliersi, alleggerire l'ansia connessa alla malattia e avere la sensazione di uscire dall'ospedale anche per poco tempo.

Ideatrice e promotrice dell’iniziativa è Maria Rosaria De Luca, che spiega: “Ammalarsi di cancro è sempre un trauma, e spesso la malattia porta con sé un insieme di ulteriori problemi: familiari, affettivi, di relazione.
Le pazienti, costrette alla degenza, spesso vivono un senso di smarrimento e sentono l’urgenza di avere un posto che le accolga.
 
L’idea è quella di offrire loro il salotto buono di casa all’interno del reparto: un posto dove stare per conto proprio anche solo pochi minuti, dove raccogliersi, stare in pace, fuggire dall’ambiente dell’ospedale.
Una stanza in cui sedere comodamente e sfogliare libri, ascoltare musica, guardare bei quadri, conversare”.
 
“Le pazienti - afferma il Prof. Giovanni Scambia - si trovano a dover reagire a una diagnosi improvvisa e inaspettata in un ambiente diverso da casa loro, apparentemente ostile, lontano dalla famiglia e circondate da altre donne che stanno male. Tutto ciò non facilita l'accettazione delle cure né le cure stesse.

Il nostro desiderio è quindi di aiutarle a vivere l'esperienza dell'ospedale con maggiore tranquillità, augurandoci che questo possa contestualmente aumentare l'efficacia delle cure”.
In questo senso, la Libreria dell'Anima è un altro tassello del mosaico complessivo voluto dai vertici dell'Università Cattolica e del Gemelli per umanizzare l'ospedale.

“La Libreria dell'Anima - continua il ginecologo oncologo del Gemelli - trova una sua collocazione ben precisa nell'ambito del Progetto Ospedale Donna, avviato nel 2008 nel Policlinico Gemelli e nel Dipartimento da me diretto, che ha portato lo scorso anno al riconoscimento dei tre bollini rosa da parte di ONDA (Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna), nel quale viene lanciato un programma di sensibilizzazione sul tema della salute femminile.


È un progetto con una forte valorizzazione del sentire femminile nelle sue componenti psicologiche e sociali, cercando di costruire un modello ospedaliero - che ha un suo riferimento nell'esperienza del Brigham and Woman's Hospital di Boston (prima ospedale a porre al centro dell'attenzione la donna) -, in cui le competenze professionali siano anche sinonimo di cure multidisciplinari per le pazienti, di qualità della relazione e di condivisione del problema con le unità familiari”.

La Libreria dell'Anima è un luogo colorato, allegro ed elegante.


L'ambiente è stato progettato dall'architetto Pasquale Manduca, che ha firmato anche l'Ospedale del Mare di Napoli.

“Abbiamo creato – spiega l’architetto – un ambiente intimo all’interno del quale ognuno possa trovare o cercare un momento di riflessione. Un posto dove materiali, colori, arredi, suoni, si fondono con poesia e letteratura; dove l’anima può, anche se per pochi istanti, ritrovarsi”.

Alle pareti ci sono preziosi dipinti offerti da due grandi artisti: il pittore e illustratore Mojmir Ježek ha donato uno dei suoi famosi “Cuori”, mentre la pittrice Lila Iatruli ha donato dipinti floreali a rappresentare la finestra verso l'esterno, il contatto con la natura per tutti necessario.

Simbolo della Libreria è una libellula, che rappresenta la libertà e la leggerezza, il volo della fantasia. Elegante e colorata, la libellula sa cogliere la rapidità dell'esistenza.

Partner importante del progetto è Mondadori, che ha selezionato tra i libri del suo catalogo le prime 200 pubblicazioni presenti nella Libreria.

I testi proposti sono molto eterogenei per tipologia e temi trattati, affinché ciascuna lettrice possa trovare quello che cerca attraverso le esperienze, le parole e le immagini a lei più congeniali.

“Abbiamo deciso di selezionare i libri attingendo dai cataloghi di tutte le nostre case editrici (Einaudi, Sperling & Kupfer, Electa, Piemme) - dice Rossella Citterio -.

L'idea è apparsa coerente con i valori del nostro Gruppo, per cui ci è risultato semplice e naturale fare una scelta di 200 opere per realizzare una piccola biblioteca fondata su valori così universali come il dolore, la verità della vita, la speranza, il riscatto.

Nella Libreria dell'Anima è possibile trovare testi di intrattenimento popolare, classici di letteratura, di poesia, riflessioni saggistiche, volumi illustrati, manuali - aggiunge Citterio - tutti però accomunati da uno spazio di confronto, di identificazione emotiva, spirituale o viceversa di utilità reale per il lettore”.

Il progetto è stato sostenuto dalla Banca di Credito Cooperativo di Roma. “Un'idea - sostiene Angelo Cesarini - che si coniuga felicemente con la tradizionale attenzione alla persona che la Banca da sempre pone alla base del proprio modo di operare. Questa attenzione, soprattutto nei momenti difficili della vita, come durante la malattia, è un aiuto concreto che ha un forte impatto psicologico nel suo superamento”.

 


Inserire l'e-mailFormato non valido.



© 2016 Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli - Codice Fiscale e P.IVA n. 13109681000
Sede Legale Largo Francesco Vito 1, 00168 Roma - Sede Operativa Largo Agostino Gemelli 8, 00168 Roma
Tutti i diritti riservati/All Rights Reserved

Mappa del Sito | Informativa sulla Privacy | Avvertenze | Condizioni generali di utilizzo e consultazione del sito | Redazione | Webmaster