Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore
Skip Navigation LinksHome > Il Policlinico > Presentazione > Storia > Dal 1996 al 2004

Dal 1996 al 2004

1996
Nascono nuovi day hospital (neuropsichiatria infantile, chirurgia digestiva, geriatria, chirurgia generale, endocrinochirurgia). Al Gemelli la Banca dell’osso e l’ambulatorio per l’alzheimer. Istituita la sezione di neurotraumatologia con 13 posti letto.
Operativo l’URP, viene pubblicata la prima guida per il degente.
È realizzato il nuovo autoparcheggio multipiano.

13 ottobre 1996, Papa Giovanni Paolo II recita l'Angelus domenicale dalla finestra del X piano del Gemelli dove è ricoverato per accertamenti clinici. Nell'occasione il Santo Padre definisce il Gemelli "Vaticano III".

 

1997
Il 20 febbraio viene firmato il protocollo d’intesa tra l’Università Cattolica e la Regione Lazio (di durata triennale) finalizzato all’attivazione dei corsi di diploma universitario nell’area sanitaria della Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica.


Sempre a febbraio è attivato il servizio navetta gratuito che collega i vari edifici della sede di Roma della Cattolica.
A marzo si avviano i day hospital di ematologia, e di medicina emotrasfusionale.

 Il 16 aprile è inaugurata la nuova Clinica delle Malattie Infettive, che dispone di 60 posti letto nelle degenze normali e 9 posti per i day-hospital, 4  ambulatori, 9 ambulatori d’esame e di ricerca, 11 studi per medici.

Il 3 dicembre è inaugurato il Centro di Medicina dell’Invecchiamento (CEMI) del Gemelli, struttura unica in Italia dedicata alla cura delle persone anziane in situazioni acute, con 67 posti letto disposti su tre piani e un reparto di Terapia intensiva.

Nei piani inferiori saranno ubicati il day hopistal, gli ambulatori e le strutture per la riabilitazione muscolo scheletrica e cardiorespiratoria.

Dal 1° novembre il prof. Pasquale Marano è il nuovo Preside di Medicina.
 

1998
Il Gemelli si prepara al Grande Giubileo dell’anno 2000. Previsti investimenti per oltre cento miliardi di vecchie lire in tre anni.
Entra in funzione il sito Internet del Policlinico Gemelli.
Inaugurata la nuova Sala di Emodinamica in memoria di Boris Christoff.


1999
A marzo si inaugura il Centro di Ricerche Coronariche.
Il 17 dicembre 1999 viene inaugurata la Residenza Sanitaria di Ospitalità Protetta con il nuovo Centro di Emodialisi. La Residenza è destinata ad accogliere pellegrini “fragili” in arrivo a Roma per il Giubileo.

17 dicembre 1999, inaugurazione della Residenza Protetta con il Cardinale Angelo Sodano.

Taglio del nastro anche per la nuova hall del Gemelli, che diventerà la caratteristica piazza del Policlinico, luogo di incontro del mondo esterno con il mondo dell’ospedale. La hall ospiterà originali iniziative culturali: tra  queste si distinguono le stagioni concertistiche dedicate ai degenti, iniziativa che nel 2004 ottiene il prestigioso Premio musicale Franco Abbiati.


2000
Il 18 novembre 2000 al terzo piano del Gemelli inaugurata la cappella dedicata a S. Giuseppe Moscati.

 

2001
Nascono i primi 6 Dipartimenti assistenziali (Scienze Chirurgiche, Medicina Cardiovascolare, Tutela della Salute della Donna e della Vita Nascente, Scienze Gerontologiche, geriatriche e fisiatriche, Sicurezza, Tecnologia in Sanità, Farmacoutilizzazione, Emergenza e accettazione); l’organizzazione per Dipartimenti sarà progressivamente estesa a tutte le aree mediche e chirurgiche del Gemelli.

 

2002
Nel mese di giugno apre il nuovo DEA (Dipartimento di emergenza e accettazione) con il nuovo Pronto Soccorso da 70 mila prestazioni all’anno, struttura innovativa adeguata alla gestione delle grandi emergenze. Il DEA è il primo elemento della erigenda Piastra Polifunzionale.

 

2003
Viene inaugurato il primo Centro Europeo di Formazione in Endoscopia Digestiva, struttura su due livelli contigua al Gemelli, per l’addestramento con tecnologie all’avanguardia di gastroenterologi interventisti e chirurghi digestivi. È la prima, e per ora unica, esperienza continentale del genere.  

 

2004
Nel mese di marzo è avviato il trasferimento di tutta l’attività chirurgica del Policlinico Gemelli nella innovativa Piastra polifunzionale con i nuovi blocchi operatori dotati di 25 sale su due livelli. Il baricentro dell’attività assistenziale del Gemelli, dopo 40 anni, si sposta nella nuova struttura ipertecnologica, dove si concentreranno anche tutti i laboratori clinici e il centro trasfusionale.


 

1999, la Piastra Polifunzionale prende rapidamente corpo (foto Roiter).

Luglio. Un avveniristico ponte sopraelevato collega il Policlinico Gemelli e il complesso funzionale che ospita l'Istituto di Clinica delle Malattie Infettive e il Centro di Medicina dell'Invecchiamento dell'Università Cattolica di Roma. La realizzazione, progettata dall'architetto Giuseppe Manara, è nata per facilitare i collegamenti tra i due edifici.

Lungo 96 metri il ponte, che "unisce" il piano terra del complesso Malattie Infettive - Cemi e il settimo piano del Gemelli, ricorda nell'architettura i tunnel di collegamento degli aeroporti. Particolare forza ha il pilone principale di 30 metri di altezza, realizzato, come l'intera struttura portante, in acciaio Corten. L'acciaio ha la caratteristica di essere trattato in maniera tale da ossidarsi rapidamente e quindi stabilizzarsi nel tempo senza subire ulteriori degradazioni.


 

Storia
Dal 1996 al 2004


Inserire l'e-mailFormato non valido.



© 2016 Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli - Codice Fiscale e P.IVA n. 13109681000
Sede Legale Largo Francesco Vito 1, 00168 Roma - Sede Operativa Largo Agostino Gemelli 8, 00168 Roma
Tutti i diritti riservati/All Rights Reserved

Mappa del Sito | Informativa sulla Privacy | Avvertenze | Condizioni generali di utilizzo e consultazione del sito | Redazione | Webmaster