11.12.2012
Inaugurazione del Centro di Diagnostica e Riabilitazione Visiva per Bambini con Deficit Plurisensoriali
Fonte: SS Ufficio stampa

Giovedì 13 dicembre, alle ore 14.30, presso il Day Hospital dell’Unità Operativa Complessa (UOC) di Neuropsichiatria Infantile del Policlinico Universitario A. Gemelli, si svolgerà l’inaugurazione del Centro di Diagnostica e Riabilitazione Visiva per Bambini con Deficit Plurisensoriali, nato dalla collaborazione tra il Gemelli e l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus.

Il Centro nasce per intervenire tempestivamente nella diagnosi e nella cura di seri problemi di ipovisione, spesso associati ad altri disturbi neurologici e degli altri organi di senso, che possono comparire sin dalla nascita e compromettere anche il corretto sviluppo del bambino. Inaugurato nel giorno di Santa Lucia, protettrice della vista, il Centro è una realtà unica in Italia: i piccoli pazienti che vi afferiranno potranno seguire dei percorsi di diagnosi e cura personalizzati grazie all’esperienza multidisciplinare degli specialisti coinvolti, che comprendono neuropsichiatri infantili esperti in funzioni visive, oculisti, neonatologi ed esperti di riabilitazione per l’ipovisione.

Presenta: Max Giusti

Interverranno

Dr. Maurizio Guizzardi, Direttore del Policlinico Universitario A. Gemelli

Prof. Rocco Bellantone, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

Avv. Giuseppe Castronovo, Presidente dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità - IAPB Italia onlus

Prof. Eugenio Mercuri, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile

Prof. Emilio Balestrazzi, Università Cattolica del Sacro Cuore, Presidente del Comitato Scientifico IAPB Italia onlus,
Responsabile dell’assistenza del Polo Nazionale Riabilitazione visiva

Prof. Giovanni Scambia, Direttore del Dipartimento per la tutela della salute della donna, della vita nascente, 
del bambino e dell’adolescente.

 

Scarica l'allegato (416,4 Kb)

 

 

 


  
Condividi Condividi questo comunicato stampa per posta elettronica E-mail Condividi questo comunicato stampa su Facebook Facebook Condividi questo comunicato stampa su Twitter Twitter Condividi questo comunicato stampa su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questo comunicato stampa