10.09.2012
Le dinamiche sociali motore dell'innovazione tecnologica
Fonte: SS Ufficio stampa

Come le dinamiche sociali interagiscono determinando lo sviluppo dell’innovazione tecnologica. E’ il tema al centro del dibattito del congresso internazionale “Combining the social and technological aspects of innovation: relationships and networks”, cui è dedicata la28esima IMP Conference (www.imp2012.org), che si svolgerà da mercoledì 12 a sabato 15 settembre presso il Centro Congressi Europa dell’Università Cattolica di Roma (inizio ore 9.00). Il congresso, promosso dal Dipartimento di Economia e gestione aziendale dall’Università Cattolica, vedrà la partecipazione dei maggiori esperti di marketing provenienti non solo dall’Europa (prevalentemente Paesi Scandinavi e UK) ma anche dall’America, dall’Asia e dall’Oceania, per riflettere sul tema dell’innovazione tecnologica e su come le dinamiche sociali interagiscano determinandone lo sviluppo.

Sempre più ricercatori hanno infatti dimostrato nel corso di questi anni un interesse verso il tema dell’innovazione. “Sebbene numerosi studi si siano focalizzati sullo sviluppo dell’innovazione tecnologica, - spiega il prof.Renato Fiocca, ordinario di Marketing presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica e promotore del Congresso - solo pochi però hanno finora indagato le dinamiche interattive attraverso le quali l’innovazione viene adottata e diffusa non solo nell’impresa e tra le imprese, ma più in generale tra organizzazioni eterogenee (imprese, università, enti, istituzioni) influenzando in tal modo l’intera società. 

Si palesa pertanto la necessità di realizzare ricerche finalizzate ad indagare “come” questi aspetti più tecnologici dell’innovazione interagiscono con le dinamiche sociali nello sviluppo, nell’adozione e nella diffusione dell’innovazione. “In particolar modo – continua Fiocca - la 28esima IMP Conference darà l’avvio ad una discussione su come gli aspetti sociali e tecnologici dell’innovazione si connettono tra loro nelle relazioni di business, con la finalità di far emergere le principali implicazioni per il mondo della ricerca, per l’attività imprenditoriale e per le linee di policy”.

 

Da quando si è tenuta la prima IMP Conference a Manchester nel 1984, il convegno internazionale si è affermato quale polo di attrazione di un network di ricercatori interessati alle tematiche delle relazioni interorganizzative e dei network di impresa.
Così come nelle precedenti edizioni, la 28esima IMP Conference faciliterà lo scambio di idee e la condivisione della conoscenza tra i ricercatori nazionali e internazionali. Anche in questa occasione il “doctoral consortium” (forum dedicato alla discussione informale dei temi di ricerca e alla presentazione dei pilastri degli studi IMP) precederà la conferenza, dando la possibilità agli studenti di dottorato di esporre nelle due giornate di studio (11 e 12 settembre) i risultati della loro ricerca, e di dibattere gli stessi con esperti del tema. L’IMP Conference è considerata la più vasta forma di aggregazione di ricercatori e docenti con riferimento al tema del marketing tra imprese, richiamando partecipanti da tutti i continenti.
Tra i principali moderatori e relatori: Annalisa Tunisini e Renato Fiocca, Università Cattolica, Roberto Grandinetti, Università di Padova, Luis Araujo, Lancaster University Management School, Enrico Baraldi, Uppsala University, David Ford, Euromed, Erik Gadde Lars, Chalmers University of Technology, Hakan Hakansson, Norwegian Business School, Pete Naude, University of Manchester, Manchester Business School, Stan Paliwoda, University of Strathclyde, Ivan Snehota, Università della Svizzera Italiana, Kaj Storbacka, University of Auckland, Peter Turnbull, University of Manchester, Alexandra Waluszewski, Uppsala University.

 

Il gruppo IMP
Il gruppo IMP (Industrial Marketing and Purchasing) si è formato nel 1976 per opera di ricercatori provenienti da cinque Paesi Europei: Svezia, Gran Bretagna, Francia, Germania e Italia. Il primo lavoro del gruppo riguardava uno studio comparato di business marketing tra imprese in Europa. Da allora, sono stati realizzati studi su vasta scala in merito alle relazioni di business e ai network di impresa, molti dei quali sono stai pubblicati sulle più prestigiose riviste di management internazionali e rappresentano delle pietre miliari negli studi di management.

 

 

Scarica l'allegato (312,9 Kb)

 


  
Condividi Condividi questo comunicato stampa per posta elettronica E-mail Condividi questo comunicato stampa su Facebook Facebook Condividi questo comunicato stampa su Twitter Twitter Condividi questo comunicato stampa su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questo comunicato stampa