27.12.2012
Anche il Gemelli entra nel Progetto Provincia WiFi
Fonte: SS Ufficio stampa

Anche il Policlinico A. Gemelli e la Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica entrano nel Progetto “Provincia di Roma WiFi”.

Degenti, familiari, visitatori, studenti potranno accedere gratuitamente alla rete internet da un pc o smartphone grazie alla installazione di 8 hot spot collocati al 3° e 4° piano del Policlinico Gemelli e presso gli Istituti Biologici della Facoltà di Medicina.

Questo è stato reso possibile grazie all’accordo tra Provincia di Roma e Policlinico Gemelli con l’obiettivo di favorire una migliore accoglienza dei degenti, promuovere la cultura digitale a favore dei cittadini e consentire servizi migliori.

L’accesso al servizio è semplice, basta trovarsi nel raggio di 100/150 metri circa di un hot-spot, l’area di copertura del segnale. La prima volta che ci si connette verrà richiesto di registrarsi. La registrazione è gratuita, così come l’accesso alla rete che prevede l’inserimento di username e password in una maschera immediata e di facile accesso. Una volta registrati l’utente potrà  accedere alla rete provinciale.

Quella della Provincia di Roma è la più grande rete pubblica italiana di accesso gratuito a internet senza fili nata per permettere a tutti l'accesso al web usando ovunque stesse user id e password e consentire ai territori che ancora non hanno il wi-fi di costruire una propria rete grazie alla piattaforma open source messa a disposizione per tutti gli enti locali dalla Provincia di Roma.

La rete di Provincia WiFi  ha già coinvolto le università, prima fra tutte Roma 3,  gli ospedali, oltre al Policlinico A. Gemelli  anche l’ Umberto I, l’ Istituto Regina Elena e il San Gallicano, le spiagge libere attrezzate di Focene, Fregene e Ostia, ma anche scuole superiori, biblioteche e musei. Con le nuove aree per la connessione a internet senza fili gratis installate, diventano 1100 le aree per l’accesso gratuito al web e gli iscritti al servizio sono più di 260mila.

 


  
Condividi Condividi questo comunicato stampa per posta elettronica E-mail Condividi questo comunicato stampa su Facebook Facebook Condividi questo comunicato stampa su Twitter Twitter Condividi questo comunicato stampa su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questo comunicato stampa