26.03.2012
Al Gemelli arriva Gianrico Carofiglio, lo scrittore - magistrato
Fonte: SS Ufficio stampa

Giovedì 29 marzo 2012, alle 16.00 la hall del Policlinico si tinge di giallo.

Ha conquistato il pubblico italiano raccontando – attraverso lo sguardo scanzonato e sincero dell’avvocato Guerrieri – il mondo della legge e quello della giustizia, non di rado violentati da compromessi e spietatezza, ma anche ricchi di umanità e coraggio: è Gianrico Carofiglio, il magistrato-scrittore che ora, con il suo ultimo libro Il silenzio dell’onda edito da Rizzoli a fine 2011, si è portato con successo su una via letteraria più introspettiva, a tratti lacerante.

E il prossimo giovedì 29 marzo 2012, alle ore 16.00, anche di questo certamente parlerà al Policlinico universitario "Agostino Gemelli"(largo Gemelli 8, Roma), nel corso di un nuovo incontro de “Il cielo nelle stanze”, l’iniziativa ideata e promossa dal nosocomio dell’Università Cattolica e dalle librerie Arion.

Insieme con il giornalista Luciano Onder, si ripercorreranno le tappe di una carriera segnata dagli studi e dalla pratica appassionata della giurisprudenza, e consacrata all’amore per le parole – la cui manomissione, nella nostra società, è un rischio da Carofiglio denunciato con forza – e per la verità dell’essere umano.

La conversazione, come di consueto, si svolgerà nella cornice della hall dell’ospedale (dove un centinaio di persone potranno assistere dal vivo), ma si diffonderà nell’intero Policlinico, grazie al sistema televisivo a circuito chiuso che collega oltre 1.300 degenti, nonché i loro familiari, il personale medico e sanitario, gli studenti e i volontari presenti.

Si consentirà così anche alle persone ricoverate di trascorrere in maniera diversa e coinvolgente la permanenza nei reparti, seguendo l’evento in diretta dagli schermi delle stanze di degenza: una vera e propria occasione, assai apprezzata, di booktherapy.

 

Scarica l'allegato (172,2 Kb)

 

 

 


  
Condividi Condividi questo comunicato stampa per posta elettronica E-mail Condividi questo comunicato stampa su Facebook Facebook Condividi questo comunicato stampa su Twitter Twitter Condividi questo comunicato stampa su Linkedin LinkedIn
Stampa Stampa questo comunicato stampa