Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore
Il valore della stadiazione: La stadiazione delle neoplasie
19.06.2007
La stadiazione è il primo, fondamentale passo dell’iter diagnostico-terapeutico. Non è solo lo strumento che consente di identificare ogni singolo paziente con i suddetti parametri, di catalogarlo e di predirne, in definitiva, le possibilità di sopravvivenza.

La stadiazione è il primo, fondamentale passo dell’iter diagnostico-terapeutico. Non è solo lo strumento che consente di identificare ogni singolo paziente con i suddetti parametri, di catalogarlo e di predirne, in definitiva, le possibilità di sopravvivenza. È – soprattutto – lo strumento con cui si può concedere l’erogazione del giusto trattamento ad ogni paziente, il linguaggio comune con cui clinici e ricercatori  si scambiano informazioni su gruppi di pazienti omogenei nel tentativo di validare ipotesi diagnostiche e prognostiche ed efficacia dei vari approcci terapeutici.

 

 

 

 

La stadiazione è valutata clinicamente attraverso tre fattori: il fattore  T, ilfattore N e il fattore M.


Il fattore T è un indicatore che caratterizza morfologicamente la dimensione della neoplasia e lo stato di invasione dei tessuti.


Il fattore N è un indicatore che individua eventuali metastasi ai linfonodi


Il fattore M identifica l’eventuale presenza di metastasi in altri organi o tessuti


Inserire l'e-mailFormato non valido.



© 2016 Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli - Codice Fiscale e P.IVA n. 13109681000
Sede Legale Largo Francesco Vito 1, 00168 Roma - Sede Operativa Largo Agostino Gemelli 8, 00168 Roma
Tutti i diritti riservati/All Rights Reserved

Mappa del Sito | Informativa sulla Privacy | Avvertenze | Condizioni generali di utilizzo e consultazione del sito | Redazione | Webmaster