Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore
Ipoacusia
29.08.2012
La riduzione dell’acuità uditiva, di qualunque grado e natura, viene definita in medicina con il termine “ipoacusia”.

Può presentarsi quale sintomo isolato o associata ad altri sintomi a carico dell'orecchio quali acufeni, vertigini e/o disturbi dell'equilibrio, sensazione di ovattamento auricolare o di orecchio "pieno".

A seconda della sede di alterazione, responsabile della sordità, parliamo di ipoacusia trasmissiva, di ipoacusia neurosensoriale, di ipoacusia mista.

Si parla, invece, di sordità centrale quando i suoni inviati all'orecchio, pur raggiungendo il centro dell'udito, situato nel cervello, non vengono da quest'ultimo correttamente interpretati.

L’insorgenza dell’ipoacusia può essere improvvisa, o evolvere gradualmente, e può interessare uno o entrambi i lati, anche in epoche differenti o con livelli di progressione differenti.


Inserire l'e-mailFormato non valido.



© 2016 Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli - Codice Fiscale e P.IVA n. 13109681000
Sede Legale Largo Francesco Vito 1, 00168 Roma - Sede Operativa Largo Agostino Gemelli 8, 00168 Roma
Tutti i diritti riservati/All Rights Reserved

Mappa del Sito | Informativa sulla Privacy | Avvertenze | Condizioni generali di utilizzo e consultazione del sito | Redazione | Webmaster