Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore
Anatomia delle cavità nasali e dei seni paranasali
18.04.2007
Alla scoperta delle strutture di sostegno del nostro naso, l'organo che ci permette di respirare e di percepire gli odori.
 

 

 

Le strutture di sostegno del naso sono rappresentate da componenti ossei e cartilaginei. Le ossa nasali proprie costituiscono lo scheletro del terzo superiore della piramide nasale, le cartilagini triangolari e le alari invece il terzo medio e inferiore dello stesso. Le cartilagini alari in particolare contribuiscono alla forma della punta del naso. La copertura esterna delle strutture di sostegno è data dalla cute e dai tessuti molli sottocutanei.

 

 

 

 

Il setto nasale divide l'interno del naso in due "cavità" dette fosse nasali, che comunicano con l'esterno attraverso le narici e con il rinofaringe attraverso le coane. Il setto nasale rappresenta infatti la parete mediale di ciascuna fossa nasale. Le componenti fondamentali del setto nasale sono rappresentate dalla cartilagine quadrangolare, dalla lamina perpendicolare dell'etmoide e dal vomere. La lamina quadrangolare si ispessisce e si unisce con la lamina perpendicolare dell'etmoide realizzando così una continuità osteo-cartilaginea.

 

 

Nella volta delle fosse nasali e sulla parte più alta del setto nasale esiste un'area ricca di cellule neurosensoriali deputate alla funzione olfattiva (area olfattiva).

Nelle fosse nasali esistono tre "sporgenze" per ogni lato dette turbinati (inferiore, medio e superiore) che sono costituiti da piccole lamine ossee ricoperte da mucosa.

 

 

Le fosse nasali sono in comunicazione, mediante piccoli canalicoli, con un complesso sistema di cavità scavate all'interno dello scheletro del cranio dette seni paranasali.

Distinguiamo:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'interno del naso e dei seni paranasali è rivestito da una tonaca mucosa il cui epitelio è di tipo respiratorio analogo a quella della trachea e dei bronchi. Le cellule sono dotate di ciglia che, con il loro movimento ondulatorio, trasportano le secrezioni nasali dall'esterno verso l'interno. Nel contesto della tonaca mucosa si trovano numerose ghiandole di tipo siero-mucoso che producono il muco nasale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Inserire l'e-mailFormato non valido.



© 2016 Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli - Codice Fiscale e P.IVA n. 13109681000
Sede Legale Largo Francesco Vito 1, 00168 Roma - Sede Operativa Largo Agostino Gemelli 8, 00168 Roma
Tutti i diritti riservati/All Rights Reserved

Mappa del Sito | Informativa sulla Privacy | Avvertenze | Condizioni generali di utilizzo e consultazione del sito | Redazione | Webmaster