Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore
Le tecniche chirurgiche: cheratoplastica perforante, cheratoplastica lamellare e femtolaser
07.03.2007
Il trapianto di cornea può riguardare l'intero tessuto, la cheratoplastica perforante, una sua porzione superficiale, la cheratoplastica lamellare, o il solo foglietto profondo, l'endocheratoplastica.

Quando la cornea è opacizzata l'unica soluzione è rappresentata dal trapianto che può essere "a tutto spessore", detta cheratoplastica perforante (che è l'intervento più frequente), o cheratoplastica lamellare (si trapianta solo la lamella più superficiale) in caso di opacizzazione superficiale o di particolari deformazioni.

Queste due tecniche chirurgiche permettono il recupero delle strutture oculari danneggiate e il conseguimento di una visione migliore. Le due tecniche sono: la chirurgia perforante e la cheratoplastica lamellareche oggi può essere resa più agevole dall'utilizzo di un sofisticato strumento: il femtolaser, un laser a pulsazione ultraveloce che consente di effettuare cherati lamellari con tagli precisi, programmati e ripetibili.

 

 

La prima tecnica, la chirurgia perforante(“a tutto spessore”) è quella ancora oggi preferita da molti chirurghi e ha rappresentato per anni la tecnica standard del trapianto di cornea perché garantisce buoni risultati con percentuali di successo di circa il 90% in termini di trasparenza e sopravvivenza. Il recupero visivo è però condizionato dall'astigmatismo postoperatorio che necessita molto spesso a distanza di tempo di una correzione chirurgica”.

 

 

 

 

La seconda tecnica è lacheratoplastica lamellare che prevede la sostituzione di una porzione più o meno spessa di cornea con un lenticolo di cornea sano da donatore. La tecnica presenta un rischio molto minore di rigetto in quanto permette di conservare l'endotelio sano della cornea del ricevente. Inoltre queste cornee durano tutta la vita e non 15-20-25 anni come per le cherati perforante. La degenza postoperatoria è più breve della prima con una minore percentuale di astigmatismo postoperatorio. La cheratoplastica lamellare è una tecnica che presenta maggiori difficoltà è poco usata dai chirurghi oculisti per i risultati più insoddisfacenti, almeno per i primi mesi, dovuti alla scarsa trasparenza tra la cornea del paziente e quella del donatore, tecnicamente definita come “opacità dell'interfaccia”.

 

La terza tecnica, la endocheratoplastica prevede la sostituzione del solo foglietto profondo della cornea (Descemet-endotelio) quando questo è scompensato mentre gli altri strati sono ancora sani. I vantaggi riguardano la riabilitazione rapida e la netta riduzione degli astigmatismi postoperatori.

Gli interventi eseguiti con il laser possono costituire delle valide alternative al trapianto di cornea, manuale, lamellare o perforante, che tuttavia in alcuni casi rimane l'unica soluzione possibile Recentemente si è provveduto con nuove tecniche a preparare la cornea del ricevente, raggiungendo la membrana di Descemet che, per le sue caratteristiche anatomiche, costituisce un piano perfettamente liscio e uniforme e quindi un'interfaccia naturale perfetta. Più la superficie è regolare più il risultato finale e il recupero visivo è ottimale.

 

Il femtolaser rappresenta la nuova frontiera della cheratoplastica lamellare, un'apparecchiatura di recente introduzione che utilizza un raggio laser ultraveloce a femtosecondi (ad impulsi ultra corti) per eseguire il taglio della cornea e del lembo trapiantato, senza impiego di bisturi .

Il laser ultraveloce emette impulsi luminosi della durata di millisecondi, tagliando il tessuto corneale con estrema precisione e accuratezza prima non ipotizzabili. Questa innovativa apparecchiatura rende meno irregolare il processo cicatriziale e accelera il recupero visivo”.


Inserire l'e-mailFormato non valido.



© 2016 Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli - Codice Fiscale e P.IVA n. 13109681000
Sede Legale Largo Francesco Vito 1, 00168 Roma - Sede Operativa Largo Agostino Gemelli 8, 00168 Roma
Tutti i diritti riservati/All Rights Reserved

Mappa del Sito | Informativa sulla Privacy | Avvertenze | Condizioni generali di utilizzo e consultazione del sito | Redazione | Webmaster